Arte Marziale e Sport da Combattimento

La differenza tra Arte Marziale e Sport da Combattimento

E' importante per ogni praticante capire bene quale è la Differenza tra le Arti Marziali e gli Sport da Combattimento. Non facciamo confusione


All'inizio non capivo la differenza tra le Arti Marziali e lo Sport da Combattimento, Kung Fu, Judo, Karate, Muay Thai, Kick Boxing, Kali ... tutte Arti Marziali pensavo ... e invece ora capisco.

Affrontando il discorso da un punto di vista esclusivamente pratico l'Arte Marziale è per la sopravvivenza, lo Sport da Combattimento è sport.

Durante un combattimento sportivo i praticanti sono uno davanti all'altro, sanno quello che devono fare, sanno come verranno attaccati e come dovranno difendersi, magari hanno anche avuto il tempo di studiare i precedenti incontri del loro sfidante, hanno uno spazio prestabilito, hanno un terreno adatto (ring, tatami, ecc), sanno che ci sono medici pronti a soccorrerli in caso di infortunio, in molti casi hanno le protezioni e soprattutto quasi sempre non possono colpire ed essere colpiti in punti vitali.

Nei combattimenti sportivi spesso il praticante è un "atleta" con un allenamento fisico di tutto rispetto e i fattori predominanti nel combattimento sono la forza, la velocità e la resistenza.
La maggior parte dei combattimenti di "Boxe" (Boxe, Thay Boxe, Kick Boxing, MMA, ecc) si basa anche sulle abilità e le strategie dei praticanti, ma maggiormente su quanto sanno picchiare forte e quanto sanno incassare i colpi e quindi non sono per tutti.

Nel combattimento "per la vita" tutto è diverso

Il praticante spesso non è un atleta o comunque non è un professionista, deve portare la pelle a casa e non c'è un arbitro a fermare l'incontro in caso di infortunio. Tutti i colpi sono validi, anzi, l'obbiettivo delle Arti Marziali è quello di non usare la forza e quindi si cercherà di utilizzare una strategia che permette di colpire proprio i punti vitali per arrestare anche chi è molto più forte. Perché non si usa la forza? perché se no vince il più "forte" e il più robusto ... nelle Arti Marziali la pelle a casa la devono portare tutti!

Non ci sono protezioni, lo spazio può essere aperto come ristretto, il terreno può essere difficoltoso e pieno di ostacoli, possono esserci armi o più aggressori e soprattutto non sai quello che devi fare e quello che farà l'altro ... probabilmente non lo hai mai visto prima.

Come si possono quindi paragonare a livello pratico le Arti Marziali e gli Sport da Combattimento? Ci sono mille fattori che creano due contesti completamente diversi!

Parliamo della dinamica

Durante un incontro sportivo i due praticanti saltellano uno davanti all'altro oppure passano svariati secondi cercando di afferrarsi, fanno avanti/indietro e destra/sinistra studiando il modo di muoversi dell'avversario, danno colpi leggeri di disturbo e studio e ne subiscono, hanno una guardia e si fronteggiano, ma soprattutto nella maggior parte dei casi praticano tutti e due la stessa disciplina.
Durante un combattimento vero molto probabilmente non c'è un "via", probabilmente uno dei due prenderà l'iniziativa, probabilmente si starà fermi e si studierà il momento, spesso non c'è una guardia visibile, non sai come si muove il tuo nemico e se conosce le Arti Marziali (o se è un rissaiolo incallito), difficilmente ci saranno colpi leggeri di studio ma quando si parte si DEVE finire perché tutto può succedere.

Le dinamiche sono opposte e non confrontabili.
Su un ring uno fermo immobile con la logica del Marzialista senza le sue strategie e i suoi colpi in punti vitali, basandosi solo sulla forza e sulla resistenza, ha perso in partenza. Per strada un'atleta sportivo abituato ad un regolamento e a conoscere l'avversario (o almeno la disciplina che pratica) molto probabilmente non sarà pronto a subire senza "preavviso" dei colpi pericolosi e mortali.

C'è un punto di incontro in tutto ciò però

Chi pratica le Arti Marziali le studia e si allena molto ma spesso non ha l'occhio e l'esperienza di chi combatte anche solo in modo sportivo, quindi è bene prendere guanti e caschetto e mettersi alla prova ... è una parte fondamentale dello studio e dell'allenamento

Stampa Email

INIZIO CORSI

Inizio corsi 

CORSO BASE

Scuola Media di Molinetto di Mazzano

dal 11 Settembre dalle 19.00 alle 20.00 il Martedi e il Giovedi

Scuola elementare di Fenili Belasi

dal 12 Settembre dalle 17.30 alle 19.30 il lunedi e Mercoledi

Acquasplash di Carpenedolo

dal 17 Settembre dalle 19.00 il Lunedi e il Venerdi

 

CORSO AVANZATO e AGONISTI

Dal 2 Settembre tutti i martedi e Giovedi dalle 20.00 alle 22.00 e 1 Sabato/domenica al mese pressola scuola media di Mazzano

PER TUTTI APPUNTAMENTO INTENSIVO IL 7-8 Settembre dalle 14.00 alle 19.00 presso lo stand alla fiera di capriano del colle per allenamento.

possibilità di cena

Stampa Email

VIET A CAPRIANO D/C

e dopo GAVARDO si parte anche a CAPRIANO DEL COLLE.

E VAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

SI COMINCIANO A VEDERE i risulati delle attività svolte.

MERCOLEDI 30 OTTOBRE 2013 dalle 18.30 alle 19.30 VIET VO DAO

 

Stampa Email

VIET A CAPRIANO D/C

e dopo GAVARDO si parte anche a CAPRIANO DEL COLLE.

E VAI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

SI COMINCIANO A VEDERE i risulati delle attività svolte.

MERCOLEDI 30 OTTOBRE 2013 dalle 18.30 alle 19.30 VIET VO DAO

 

Stampa Email

Omologazione Protezione FIKBMS

Ditte omologate per le attività FIKBMS 2013/2014

 

Rendiamo noto che sono in corso i rinnovi delle omologazioni 2013/2014, pertanto la sezione risulterà in costante aggiornamento con l’inserimento delle case produttrici che la confermeranno: Aggiornamento del 03/09/2013

-       NIKKOSPORT

-       BOXEUR DES RUES

-       B4 EUROPA SPORT

-       LEONE

Per qualunque tipo di manifestazione FIKBMS, sia essa provinciale, regionale e nazionale, saranno ammessi alle competizioni atleti in possesso SOLO di materiali prodotti dalle ditte sopraindicate. Gli arbitri preposti alle gare saranno incaricati di controllare le protezioni e far rispettare la regola.

Stampa Email

FIKBMS -FIGHT1

OGGETTO: Precisazioni in ordine attività Sport da combattimento pubblicate su oktagon

In relazione alle varie note emesse da Comitati regionali della FIKBMS, Disciplina Associata al CONI, concernenti l'esclusività gestionale delle attività di Kickboxing, Muay Thai, Savate e Shootboxe, questa Presidenza ritiene opportuno precisare che il "Regolamento degli Enti di Promozione Sportive" approvato dal CONI, all'Art. 2 recita:

1. Gli Enti di Promozione Sportiva promuovono e organizzano attività multidisciplinari per tutte le fasce di età e categorie sociali, secondo la seguente classificazione: a) Motorio - Sportive

1) A carattere promozionale, amatoriale e dilettantistico, seppure con modalità competitive con scopi di ricreazione, crescita, salute, maturazione personale e sociale:

2) Attività ludico-motorie e di avviamento alla pratica sportiva.

3) Attività agonistiche di prestazione, connesse al proprio. fine istituzionale, nel rispetto

di quanto sancito dai Regolamenti tecnici e, se emanati da quelli di Giustizia delle Federazioni Sportive Nazionali o delle Discipline Sportive Associate e delle loro Federazioni Internazionali di riferimento ai quali dovranno fare esclusivo riferimento, unitamente ai propri affiliati per il miglior raggiungimento delle specifiche. finalità e regolamentate da apposite convenzioni stipulate tra EPS e .FSN o DSA. I calendari delle manifestazioni provinciali, regionali, nazionali ed internazionali, ove possibile, dovranno essere concordati.

Su tali presupposti, quindi, il CSEN può legittimamente e liberamente promuovere ed organizzare proprie attività sportive, anche nelle aree degli "sport da combattimento" (con modalità competitive), osservando ovviamente,

solo per quelle "agonistiche", quanto stabilito dal punto 3) dell'Art. 2) del predetto Regolamento.

Si fa inoltre presente che I ‘Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato d già intervenuta in diversi casi sanzionando comportamenti tendenti a limitare le libertà associative e la possibilità di praticare liberamente le diverse discipline sportive.

 

> tutte le federazioni possono avere un titolo nazionale, ma l'unico titolo italiano è quello riconosciuto da un FSN o DSA (fikbms)

> e' permessa l'iscrizione in più fsn o dsa o esp da parte della associazione

> vostre considerazioni sono bene accette

Stampa Email